Antonio di Pietro

Imprese di gioco d’azzardo e di scommesse sportive in crescita dell’11%

La Camera di Commercio di Milano ha diffuso in questi giorni informazioni riguardanti il mercato del gioco d’azzardo basate su dati del registro imprese per il 2016 e il 2017 e trattanti il numero delle sedi e delle localizzazioni specializzate nell’attività. Secondo quanto riportato, il settore dei giochi e delle scommesse sportive ha registrato una crescita dell’11% in un anno e del 48,2% negli ultimi cinque anni.

La città di Napoli vanta il maggior numero di imprese da gioco e scommesse sportive nel 2017. Sono 1.250 le aziende specializzate nella gestione di slot e altri apparecchi a gettone con vincite in denaro, nonché altre attività di lotterie e scommesse. Un dato che segna una crescita del 7,5% su base annua. Il capoluogo campano ha registrato una quota di mercato del 12% a livello nazionale.
Segue la Capitale con 863 imprese. Il dato rappresenta un aumento del 17,6% rispetto al 2016.
Milano presenta 440 aziende di gioco, in crescita del 6,8% rispetto all’anno precedente. Nella top10 delle province italiane, rientrano anche Bari, Torino e Salerno.

Nuoro ha registrato la crescita più elevata, il 75% rispetto all’anno precedente. Alti livelli di aumento sono stati rilevati anche a Sassari e Agrigento, rispettivamente del 50% e del 48%.

In Lombardia le imprese attive nel settore dei giochi e delle scommesse sportive hanno rappresentato circa 1/8 del totale a livello nazionale, conquistando una quota di mercato
dell’11.6%. Il numero delle imprese in regione è cresciuto dell’8,2%, passando da 1.121 nel 2016 a 1.213 nel 2017. In aumento anche il numero delle attività di gestione di apparecchi da gioco: da 483 a 530. Queste imprese rappresentano il 43,7% del settore, mentre le attività di scommesse e lotterie sono passate da 451 a 497, nonostante il fatto che in regione dal 2013 è in vigore la normativa relativa al contrasto del Gap.

Milano con 440 imprese attive è prima a livello regionale. Segue Brescia con 179 attività, in aumento del 22,6% rispetto allo scorso anno. Bergamo occupa la terza posizione con 135 imprese, registrando una crescita del 12,5% su base annua.

Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel periodo compreso tra l’1 gennaio e il 30 giugno 2017, la provincia di Napoli ha registrato una raccolta da scommesse sportive a quota fissa pari a 359,24 milioni di euro in 1.267 diritti vendita. La provincia di Roma ha generato 201,06 milioni di euro in 811 punti di vendita. La raccolta della provincia di Milano ammonta a 112.52 milioni di euro, generati in 381 agenzie.

I risultati si avvicinano a quelli della Camera di Commercio di Milano ma va precisato che tali importi non includono le scommesse ippiche e le scommesse virtuali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll To Top