Antonio di Pietro

Supervisor e Pvr soggetti ad Iva, c’è la nota dell’Agenzia delle Entrate

Una pronuncia dell’Agenzia delle Entrate stabilisce che le attività di affiliazione per il gioco online attraverso Pvr è soggetto ad applicazione dell’Iva. La remunerazione di quel che è comunemente definito Supervisor, ovverosia il soggetto che svolge, per concessione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’esercizio e la raccolta a distanza dei giochi, con un’attività divulgativa, promozionale ed organizzativa dei giochi offerti per mezzo dei Punti di commercializzazione cioè i Pvr, risulterebbe assoggettabile ad Iva. Read more

La crescita esponenziale del gioco d’azzardo in Spagna

Numeri, e che numeri per l’industria del gioco in Spagna, arrivata nel 2018 ad una crescita senza eguali: nel paese iberico, infatti, per il terzo anno di fila gli spagnoli hanno fatto registrare una crescita senza precedenti, stando ai dati forniti dall’Annuario del gioco in Spagna 2018, presentato da Codere e dalla prestigiosa Università di Madrid, Carlos III. Read more

La Gambling Commission inglese propone di proibire l’uso delle carte di credito nel gioco online

L’ente regolatore del gioco d’azzardo britannico sta valutando la possibilità di vietare l’uso delle carte di credito nel gioco d’azzardo online. Un rapporto della Gambling Commission centrato su come rendere il gioco d’azzardo online più sicuro, indica che i players “non devono giocare con denaro che non possiedono“. Read more

Ricerca EY: l’iGaming sostiene la crescita dell’economia maltese

La Malta Gaming Authority ha preso parte all’ EY’ s Malta Attractiveness Survey 2017 Conference, iniziativa che ha riunito i protagonisti del settore pubblico e privato dell’economia maltese. Durante l’incontro è stata valutata l’attrattiva di Malta come giurisdizione di investimenti diretti stranieri e sono stati analizzati i possibili modi per ottenere tali finanziamenti. Read more

Liquidità condivisa. Arjel: “Si parte entro la fine del 2017”

Proseguono i lavori della liquidità condivisa di poker online. L’idea sembra piuttosto chiara: partire entro la fine del 2017. E’ quanto l’ Arjel francese ha ribadito già in diverse occasioni pubbliche col presidente Charles Coppolani e nei rapporti d’attività, sia annuale che dei primi due trimestri dell’anno in corso. Read more

Scroll To Top